Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carlo Bo, Milan, Italy

Strumenti informatici per la traduzione e l’interpretariato

Il Laboratorio si propone di fornire agli studenti una panoramica degli strumenti informatici a disposizione del traduttore/interprete, concentrandosi in particolar modo sull’uso pratico di un sistema di memoria di traduzione.
Dopo una breve ma esauriente panoramica degli strumenti informatici più comunemente utilizzati dai traduttori/interpreti professionisti, si illustreranno più specificatamente gli aspetti teorici dei sistemi di memoria di traduzione. Conclusa la prima parte teorica, si passerà rapidamente a studiare l’uso pratico di un sistema di memoria di traduzione. Durante il Laboratorio gli studenti impareranno ad usare le varie funzioni dello strumento e svolgeranno esercizi volti a mettere in pratica le nozioni acquisite. Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di usare tutte le funzioni base dello strumento necessarie per eseguire le tipologie di traduzione solitamente richieste dalla committenza, soprattutto in ambito tecnico-scientifico/commercial.

Michael Farrell is primarily a freelance translator and transcreator. Over the years he has acquired experience in the cultural tourism field and in transcreating advertising copy and press releases, chiefly for the promotion of technology products. Besides this, he is also an untenured lecturer in post-editing, machine translation and computer tools for translators at the International University of Languages and Media (IULM), Milan, Italy, the developer of the terminology search tool IntelliWebSearch, a qualified member of the Italian Association of Translators and Interpreters (AITI) and a member of Mediterranean Editors and Translators.

Tagged with: ,