Tag: Italy

Federlingue, Milano, Italy

Federlingue

È opportuno servirsi del full post-editing dell’output della traduzione automatica anche nel caso di testi creativi?

TranslatingEurope Workshop 2019 a Milano – 4 Giugno 2019

Dal confronto fra la traduzione umana e la traduzione automatica post-editata si nota che certi giri di parole, espressioni e scelte di termini si trovano con maggiore frequenza nella seconda di quanto non si trovino nella prima. Ciò implica che i testi post-editati, in media, sono meno ricchi nella varietà e nell’inventiva tipiche della traduzione umana, e qualsiasi tentativo di eliminare quelli che sono a tutti gli effetti marcatori di traduzione automatica richiederebbe ulteriori sforzi di post-editing e annullerebbe la maggior parte del risparmio di tempo e dei vantaggi economici. Naturalmente varietà e inventiva non sono sempre caratteristiche auspicabili in una traduzione. Tuttavia ci sono numerose tipologie di testo in cui l’omogeneizzazione e l’uniformità renderebbero la traduzione meno interessante da leggere e meno stimolante intellettualmente. In questi casi, la mancata eliminazione di questi marcatori può portare a lungo andare all’impoverimento lessicale della lingua target.

In questa presentazione si illustrano i rischi connessi all’utilizzo indiscriminato della traduzione automatica post-editata per mettere l’LSP in condizione di valutare quando è opportuno usarla.

Tagged with: ,

Mediterranean Editors and Translators, 2019 Workshops, Pisa, Italy

Getting to grips with post-editing machine translation

8 June 2019

To meet the growing demand for translation, post-editing of machine translation output (PEMT) is being increasingly adopted as a mainstream alternative working method. The compelling reason behind this trend is the widely reported increase in productivity compared to human translation together with a comparable and sometimes higher quality level. The skills required for post-editing are different from those needed for the editing of author-written texts and different from those required for translation. This workshop aims to familiarize attendees with post-editing methods by analysing the typical mistakes of both neural and statistical machine translation (MT). It also provides some insight into why certain errors occur in raw MT output through a presentation of the historical development of the technology. It will conclude with a discussion of when PEMT should and should not be used and how raw MT output can be improved through preparatory steps.

Tagged with: ,

Associazione Italiana Traduttori e Interpreti, Lombardia, Milano, Italy

AITI logo

Tutto quello che avresti voluto sempre sapere sul post-editing ma che avevi paura di chiedere*

Ovvero un esempio del perché serve il post-editor in un solo titolo

Programma
    • Breve storia della traduzione automatica
    • Come funzionano le cose: la traduzione automatica
      (ovvero la traduzione automatica per negati)
    • Linee guida per il post-editing
    • Sfida tra post-editing e traduzione umana
    • La puzza di traduzione automatica
    • Individuazione e classificazione degli errori della traduzione automatica
    • Tecniche per migliorare la qualità dell’output grezzo

Sono previsti due esperimenti pratici dall’inglese all’italiano da eseguire con il proprio portatile/tablet, che i partecipanti sono invitati a portare con sé (eventualmente con cavi di alimentazione). Non è richiesto alcun software particolare oltre a un comune word processor, ma serve almeno una discreta conoscenza della lingua inglese.

* Il titolo principale è l’output grezzo di un noto motore di traduzione automatica neurale, senza post-editing..

Tagged with: ,

SSML Carlo Bo, Rome, Italy

Translating Europe Workshop

The conspicuous translator at the Translating Europe Workshop

The Conspicuous Translator

Photo courtesy of Claudia Benetello

Is it ever our moral duty to stick out like a sore thumb?

Virtually all professional translators are told at some point in their career that they should strive to be invisible in order to produce faithful renditions, and some theorists even go as far as considering translator’s notes to be a sign of defeat. However, the speaker believes that there are some circumstances when the best way to remain invisible in the eyes of the reader is actually to go beyond a simple note and ask the author straight out to consider rewriting the original to fit the translation.

This presentation was streamed live and you can watch the recording on YouTube.

Tagged with: ,

Mediterranean Editors and Translators, 2018 Workshops, Milan, Italy

Transcreation: when simple translation is not enough

Transcreation Video

Michael Farrell sets about establishing what transcreation actually involves by analysing how it differs from other language services, such as localization and traditional translation, and provides a little background and history of the term. He then goes on to perform a Gedankenexperiment to look at what the layman, including potential clients, might think transcreation actually is. Primarily, however, the main purpose of the presentation is to unmask the closet transcreators among the attendees through a group therapy approach and encourage them to admit publicly to their repressed true nature in the interest of their health, well-being, and possibly even their bank balances.

Tagged with: ,

International University of Languages and Media, Milan, Italy

Web publishing and website editing skills

Il Corso si propone di fornire agli studenti i concetti basilari del Web publishing (linguaggi di markup e di scripting) e dell’uso degli strumenti di Web authoring, nonché le conoscenze pratiche per creare e sviluppare un sito Web tramite un content management system. Viene trattato anche il concetto di search engine optimization (SEO).

Tagged with: ,

Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carlo Bo, Milan, Italy

Strumenti informatici per la traduzione e l’interpretariato

Il Laboratorio si propone di fornire agli studenti una panoramica degli strumenti informatici a disposizione del traduttore/interprete, concentrandosi in particolar modo sull’uso pratico di un sistema di memoria di traduzione.
Dopo una breve ma esauriente panoramica degli strumenti informatici più comunemente utilizzati dai traduttori/interpreti professionisti, si illustreranno più specificatamente gli aspetti teorici dei sistemi di memoria di traduzione. Conclusa la prima parte teorica, si passerà rapidamente a studiare l’uso pratico di un sistema di memoria di traduzione. Durante il Laboratorio gli studenti impareranno ad usare le varie funzioni dello strumento e svolgeranno esercizi volti a mettere in pratica le nozioni acquisite. Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di usare tutte le funzioni base dello strumento necessarie per eseguire le tipologie di traduzione solitamente richieste dalla committenza, soprattutto in ambito tecnico-scientifico/commercial.

Tagged with: ,

Associazione Italiana Traduttori e Interpreti, Marche, Senigallia, Italy

Alla scoperta di IntelliWebSearch

Il workshop è articolato in due parti. La prima parte prende in esame IntelliWebSearch “così com’è di default” per vedere come può essere utilizzato per velocizzare e semplificare la ricerca terminologica in Internet. Saranno illustrate tutte le funzioni di base insieme ad alcune delle impostazioni del programma che possono essere regolate per ottimizzare il comportamento dello strumento.
Nella seconda parte, analizzeremo i problemi affrontati dai traduttori e dagli interpreti durante una tipica giornata di lavoro e ci occuperemo di come IntelliWebSearch può essere utilizzato per memorizzare impostazioni standard ed effettuare ricerche adeguate, letteralmente alla pressione di un tasto (tasto di scelta rapida). L’intero workshop, dall’inizio alla fine, prevede esercizi pratici sull’utilizzo, personalizzazione, e configurazione di IntelliWebSearch 5.

IntelliWebSearch gets Christmassy with AITI Marche

IntelliWebSearch with AITI Marche

Tagged with: ,

Mediterranean Editors & Translators Meeting 2017, Brescia, Italy

The conspicuous translator

Is it ever our moral duty to stick out like a sore thumb?

Virtually all professional translators are told at some point in their career that they should strive to be invisible in order to produce faithful renditions, and some theorists even go as far as considering translator’s notes to be a sign of defeat. However, the speaker believes that there are some circumstances when the best way to remain invisible in the eyes of the reader is actually to go beyond a simple note and ask the author straight out to consider rewriting the original to fit the translation.

Tagged with: ,

International University of Languages and Media, Milan, Italy

Traduzione automatica e post-editing

Il Corso si propone di fornire agli studenti una visione storica della MT insieme ai concetti teorici alla base della tecnologia, nonché le conoscenze pratiche per creare un proprio motore di traduzione automatica personalizzato (CMTE) e sfruttarne i risultati attraverso vari interventi di post-editing (minimo o approfondito).

Tagged with: ,
Top