Category: Food translation

Cooking up the right words

Thursday, 29 April, 14:30 at Spotlight on specialization: a three-part medley

It is hard to imagine two things more intimately tied than language and food. Not just because they both require our mouths and tongues and involve our emotions, but because they are two fundamental, defining aspects of the culture of a people. Translating food therefore poses some particularly demanding challenges that call for highly transcreative, outside-the-box thinking. Michael will give some practical examples of how to tackle this task on the menu and in the cookbook.

Tagged with: ,

Il legame culturale tra lingua, cucina e popolo

TranslatingEurope Workshop 2020

Anche se la definizione di cultura varia, sia la lingua che la cucina normalmente appaiono fra i fattori distintivi. Dunque, il nesso fra le due cose è di fatto inestricabilmente radicato nella cultura di un popolo. L’importanza di una lingua comune per unire un popolo fu sentita dai padri fondatori dell’Italia unita, che non persero tempo nell’imporre l’italiano come lingua nazionale. Oggi si può affermare che, almeno per quanto riguarda la lingua, il processo di unificazione è riuscito, ma non si può dire altrettanto per la cucina: i diversi piatti della cucina italiana hanno ancora forti connotazioni regionali.

Forse non tutti gli italiani, però, sanno che anche la lingua inglese non è monolitica in cucina: ci sono numerosissime differenze lessicali fra l’inglese britannico e quello americano.

La presentazione in oggetto analizza le problematiche che nascono da queste premesse.

Guardare la registrazione.

Tagged with: ,